Cambiare Casa: Conviene Prima Vendere O Comprare?

  • 9 mesi ago

L’esigenza di cambiare casa si scontra con un grande, principale, dilemma: conviene prima vendere l’attuale appartamento e poi mettersi alla ricerca di un nuovo immobile, o conviene invece comprare la casa di “destinazione” e poi preoccuparsi di vendere quella attuale? Come è meglio procedere?

Comprare prima?

Cominciamo dall’esaminare brevemente l’opzione di comprare il nuovo appartamento prima di vendere. In questo caso, gli svantaggi principali fanno riferimento soprattutto alla possibile mancanza di liquidità necessaria per poter acquistare il nuovo immobile, o l’impossibilità di accedere a un nuovo mutuo. C’è inoltre sempre il rischio di perdere la caparra per la nuova casa nell’ipotesi in cui quella in cui si vive non venisse venduta, e il rischio di dover mantenere due immobili contemporaneamente per diverso tempo, con ciò che ne deriva – ad esempio – sul fronte fiscale.

Di contro, comprare prima significa poter gestire con più calma il proprio attuale appartamento. Non avendo più la fretta di vendere per poter comprare quello successivo, si potrà collocare l’immobile sul mercato alle condizioni che più si preferiscono, conducendo le negoziazioni con maggiore serenità e, insomma, allontanandosi dal rischio di “svendita”.

Vendere prima

Evidentemente, i vantaggi del comprare prima sono gli svantaggi del compiere preliminarmente la vendita e, di contro, gli svantaggi del comprare prima sono i vantaggi della sua forma alternativa.

In ogni caso, se si vende casa prima di acquistare, è fondamentale rammentarsi che anche se si è trovato un acquirente che ha sottoscritto una proposta di acquisto immobiliare, la compravendita non è affatto conclusa. In particolare, tra il momento della proposta e quello del rogito potrebbero trascorrere diversi mesi. Dunque, tenuto conto di questo, la cosa migliore da fare sarebbe sottoscrivere il contratto di compravendita dell’immobile che si sta acquistando dopo aver firmato l’atto di vendita dell’immobile posseduto.

Se invece si vende l’immobile prima di acquistare una nuova casa, ma non si riesce a trovare l’appartamento di destinazione in breve tempo, ci si troverà esposti al rischio di trovare una soluzione in affitto, dove vivere temporaneamente fino a trovare un nuovo immobile, o ancora richiedere all’acquirente del proprio vecchio immobile di poter rimanere nell’abitazione.

Questa seconda opzione è generalmente ben percorribile solamente se l’acquirente non ha troppa fretta di entrare nell’appartamento, e se si è instaurato un positivo rapporto di fiducia e di collaborazione tra le parti. In caso contrario, risulterà una strada difficilmente percorribile.

Conclusioni

Insomma, come abbiamo visto nelle righe precedenti, non c’è una risposta sempre valida dinanzi al bivio se convenga prima acquistare o vendere l’immobile. Una cosa è però certa: se si vuole affrontare questa operazione con la giusta serenità e competenza, è fondamentale ricorrere alla consulenza di un buon agente immobiliare che possa organizzare i tempi di entrambe le transazioni, e renderli integrati all’interno di un unico grande piano coerente.

Per poterne sapere di più, consigliamo a tutti i nostri clienti di contattare la nostra agenzia: sarà la giusta occasione per poter effettuare una prima valutazione, specifica e trasparente, sulle mosse da intraprendere per poter coronare i propri sogni immobiliari!

Confronta Strutture

Confronta